Home > Nuraghe “Su Nuraxi” di Barumini

Nuraghe “Su Nuraxi” di Barumini

A pochi passi da paese di Barumini ed ai piedi del Parco della Giara (Tuili, Gesturi, Genoni e Setzu), si trova il sito archeologico “Su Nuraxi” (il nuraghe) di Barumini, dichiarato nel 1997 dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’umanità, è sicuramente il monumento più importante della civiltà nuragica in Sardegna. L’importanza del nuraghe di Barumini e data dalla sua complessità e dal suo ottimo stato di conservazione, particolare è la vicinanza dell’enorme fortezza, costituita da diverse torri nuragiche ed il vasto e labirintico villaggio con viottoli strettissimi e case a corte, pozzi, cisterne e capanne per le riunioni, legati ad una storia misteriosa di 3500 anni fa.

Posizionato in modo da dominare le pianure circostanti. Su Nuraxi è un nuraghe definito quadrilobato, con la parte più antica, la torre centrale, originariamente alta più di 19 metri, costituita da tre tholos sovrapposte (le tipiche camere nuragiche) e risalente al 1478 a.C., data ottenuta analizzando con il carbonio 14 un pezzo di olivastro ritrovato incastrato tra i grandi massi di basalto che costituiscono la struttura. Le quattro torri, che circondano il mastio centrale, posizionate nei quattro punti cardinali ed in origine realizzate su due piani, furono costruite presumibilmenteintorno al XIII secolo a.C.

Il nuraghe e il villaggio erano strategicamente connessi ad un sistema di altri nuraghe e siti nuragici, come quello polilobato ritrovato al di sotto della casa Zapata, nell’abitato di Barumini.

 

Su nurasci  - Barumini

Su nuraxi – Barumini